Il cibo Da Elettricità progetto porta il suo primo ricchi di proteine “frutta”

0
106

Made in a small portable lab, this edible protein powder could help famine-stricken areas better produce ...

Realizzato in un piccolo laboratorio portatile, questo commestibili proteine in polvere può aiutare carestia-nelle aree colpite meglio produrre il proprio cibo

(Credit: Laboratori VTT)

Un finlandese progetto di ricerca ha creato un batch di cella singola proteina utilizzando solo energia elettrica, acqua, anidride carbonica e di microbi, in un piccolo laboratorio portatile. Mentre siamo riluttanti a chiamare il “cibo” nel suo stato attuale, la roba è commestibile e nutriente, tanto da essere utilizzato per la cottura o per il bestiame, e il team spera che il sistema può essere utilizzato per la coltivazione di cibo nelle zone dove è più necessario.

L’agricoltura non è il più efficiente dei processi, la necessità di enormi distese di terra, ricca di risorse e un enorme pedaggio ambientale. E questo è solo per far crescere il cibo, figuriamoci il trasporto in tutto il mondo. Per contribuire ad alleviare alcuni di questi problemi e gratis terreni agricoli per altri scopi, il Cibo Dall’Elettricità studio è stato lanciato nel mese di agosto dello scorso anno, con un progetto congiunto tra Lappeenranta University of Technology (LUT) e il VTT Technical Research Centre of Finland.

Come suggerisce il nome, il team sta sviluppando un modo per creare il cibo da energia elettrica – con l’aiuto di un paio di altre risorse, naturalmente. Il fulcro del sistema è un bioreattore, che contiene acqua, microbi e sostanze nutritive come azoto, zolfo e fosforo. Biossido di carbonio e una corrente elettrica vengono pompati in un mix di calci alle cose fuori.

La corrente elettrica trigger elettrolisi dell’acqua, che produce idrogeno. Alimentata dalle sostanze nutrienti, i microbi poi girare a idrogeno in ossigeno, e il risultato finale viene poi essiccato in polvere, commestibile e nutriente composto.

“Nel lungo termine, la proteina creata con l’elettricità è destinato ad essere utilizzato in cucina e prodotti come esso è,” dice Juha-Pekka Pitkänen, Scienziato Principale al VTT. “La miscela è molto nutriente, con oltre il 50 per cento di proteine e il 25 per cento di carboidrati. Il resto grassi e acidi nucleici. La consistenza del prodotto finale può essere modificato cambiando organismi utilizzati nella produzione.”

Attualmente, ci vogliono circa due settimane per produrre un grammo di proteine, e le attrezzature per farlo è circa la dimensione di una tazza di caffè. Scalabilità del sistema, i ricercatori dicono che il loro processo dovrebbe essere di quasi 10 volte più efficienti rispetto fotosintesi, che è utilizzato per la coltivazione di coltivazioni simili. E ci sono un sacco di altri benefici ambientali.

“Rispetto all’agricoltura tradizionale, il metodo di produzione attualmente in fase di sviluppo non richiede una posizione con le condizioni dell’agricoltura, quali la temperatura, l’umidità o un certo tipo di suolo”, dice Jero Ahola, Professore alla LUT. “Questo ci permette di utilizzare un modo completamente automatizzato il processo per produrre mangimi per animali tenuti in un contenitore per la spedizione impianto costruito in azienda. Il metodo non richiede pest-control sostanze. Solo la quantità necessaria di fertilizzante-come nutrienti è utilizzato in un processo chiuso. Questo ci permette di evitare gli impatti ambientali, come portate in sistemi di acqua o la formazione di potenti gas serra.”

Lo studio continuerà per altri tre anni, e in quel momento il team ha in programma per ottimizzare il reattore, migliorare l’efficienza e lo sviluppo di un sistema per la commercializzazione.

Fonti: Lappeenranta University of Technology [1],[2]