Moss e heather aiutare contemporanea capanna, fondersi con il paesaggio Scozzese

0
35

The Culardoch Shieling was commissioned by the owner of a highland estate in Cairngorms National Park, ...

Il Culardoch Shieling è stato commissionato dal proprietario di un altopiano estate nel Parco Nazionale di Cairngorms, il più grande parco nazionale delle Isole Britanniche

(Credit: Moxon Architetti)

A volte le idee semplici sono davvero le migliori, come evidenziato da questo molto semplice, ma accattivante rifugio di montagna, situato nelle Highlands Scozzesi. Progettato da Moxon Architetti, i Culardoch Shieling è una versione contemporanea della tradizione Scozzese, che si fonde con il paesaggio circostante, grazie a un tetto verde.

Il Culardoch Shieling si unisce alla schiera di un numero di attraente rifugi di montagna e cabine abbiamo visto di recente, tra cui la Norvegia Cabina Ustaoset e Skåpet Rifugi di Montagna. Fu commissionato dal proprietario di un altopiano estate nel Parco Nazionale di Cairngorms, il più grande parco nazionale delle Isole Britanniche. Si prende il “Shieling parte del proprio nome dal Gaelico Scozzese termine di una capanna.

Ha un totale una superficie totale di 47 mq (505 sq ft) e dispone di un telaio in legno con ampie gronde sporgenti. Il tetto verde è coperta di muschio, di erica e di pietra, per garantire la capanna non eccessivamente degrado del terreno. A giudicare dalla foto, sembra fare il trucco e si può a malapena a farlo uscire da sopra. Oltre al tradizionale Scozzese crofts e capanne dei pastori, il design prende anche un po ‘ sottile spunti dal 20 ° Secolo, il Modernismo.

“La forma monolitica di riferimenti all’opera di Alvar Aalto, mentre gli irregolari cut-out di windows sono un cenno di Le Corbusier, la cattedrale di Notre Dame Du Haut chiesa di Ronchamp,” dice lo studio. “Al Shieling, la disposizione delle finestre è usato per il proprio telaio a vista particolare, le caratteristiche del paesaggio, come il granito, i mandati in cima a Ben Avon o un’ansa del fiume, Gairn.”

Per essere chiari, il rifugio non è una casa, in ogni senso, ma invece è fatto per ospitare incontri e consiste di una camera singola dominato da un lungo tavolo da pranzo. E ‘ finito in legno di abete rosso all’interno. Abbiamo nessuna parola su eventuali servizi igienici si supponga che i visitatori ad avvalersi di un adeguato bush.

Naturalmente, data la sua posizione remota, il Culardoch Shieling opera off-the-grid. L’illuminazione che proviene dal sole o candele. Il riscaldamento e la cucina funzioni sono gestite da una stufa a legna, mentre una piccola tabella, è situato nelle vicinanze per la preparazione di alimenti.

Il rifugio è stato completato alla fine del 2016.

Fonte: Moxon Architetti